domenica 18 ottobre 2009

Marron Glacè ( forse castagne dolci? )

Qualche tempo fa (anni) ho letto, su uno dei tanti ricettari in mio possesso, il procedimento per fare i Marron Glacè.
La settimana scorsa ho provato mettere in pratica ciò che la mia memoria ha conservato della ricetta (nn avevo voglia di sfogliare i vari cartacei alla ricerca delle parole perdute).
Cmq la preparazione non è poi così complicata ma solo molto lunga.

Ingredienti

Acqua q.b. per sciroppo
1 Kg zucchero
1 bacca di vaniglia
3 chiodi di garofano
2 kg marroni o cmq castagne di grosse dimensioni


Occorrente

Coltellino con punte molto affilato
Griglia ( per appoggiare castagne durante glassatura )
Teglia ( per raccogliere sciroppo che cola durante glassatura )
Pentola per bollire acqua per pelare castagne e poi preparare sciroppo
Mestolo per versare sciroppo sui marroni o castagne

Preparazione

Si inizia con il togliere la scorza legnosa delle castagne, dopodichè si mette a bollire acqua con un pizzico di sale, si immergono le castagne, non più di 3-4 alla volta, per nn più di 2 minuti per togliere la pellicola pelosa che le avvolge.
N.B. se le castagne sono completamente sane si puliscono senza fatica, altrimenti ci và un pochino in più d'impegno, ma nn eccessivamente.
Dopo averle pulite tutte si prepara lo sciroppo con zucchero, bacca di vaniglia e i chiodi di garofano, lo sciroppo deve essere piuttosto denso.
A questo punto nn ricordo se prima andavano bollite e poi immerse nello sciroppo, oppure cotte direttamente nello sciroppo, io ho optato per la seconda alternativa.
In qualsiasi caso una volta cotte vanno tolte dal liquido fatte raffreddare, bisogna disporle su un graticcio e versarci sopra lo sciroppo caldo; lasciare raffreddare e ripetere l'operazione almeno 5-6 volte sempre con lo sciroppo caldo, a proposito logicamente sotto il graticcio và messa una teglia per raccogliere lo sciroppo e quindi riciclarlo.
Le mie castagne, devo dire ad onor del vero, sono riuscite discretamente bene, visto che nn me ne hanno neanche avanzate (moglie mamma suocera e zia), ma visto che le mie erano leggermente "al dente", presumo che prima vadano bollite e poi Glassate.
Lo sciroppo che ho avanzato l'ho ritirato in un contenitore con l'intenzione di usarlo per "addolcire" eventuale castagnaccio oppure, se trovo la ricetta, marronita o marmellata di castagne.
Spero di aver fatto cosa gradita a qualcuno nel pubblicare questa ricetta di stagione.
Buona serata e buona settimana a tutti.

1 commento:

  1. ciao finalmente visito il tuo blog,perchè non posti anche le foto delle tue creeazioni?renderebbe tutto ancora più invitante,cmq complimenti!

    RispondiElimina